Classifica siti web a tema videogiochi più visitati ad Agosto 2019

Prima dell’avvento di Internet, tutti gli appassionati di videogiochi sono stati almeno una volta presso un edicola e hanno acquistato una delle tante riviste che si occupavano di videogames per conoscere tutte le novità per la loro piattaforma di gioco, consigli per gli acquisti e i famigerati trucchi indispensabili per superare quel livello impossibile da completare.

Nel corso degli anni l’informazione videoludica si è spostata massivamente dal cartaceo all’online per la gioia di tutti i gamers: se prima era necessario attendere l’uscita mensile della propria rivista preferita per poter consultare nuove informazioni sui videogiochi, ora le news che riguardano questo universo ne escono a centinaia ogni giorno sul web e possono essere consultate gratuitamente.

Ma nel corso di questa “evoluzione” è interessante notare come sia nata una vera e propria competizione tra i vari siti che si occupano di videogiochi per ottenere il maggior numero di visitatori mensili. Infatti grandi numeri portano grandi vantaggi. A partire dalle entrate economiche che spesso sono direttamente proporzionali agli accessi al sito, alla possibilità di avere maggiori benefici e vantaggi da parte degli studi di produzione che ben volentieri concedono anteprime e non solo dei loro videogiochi a chi è in grado di offrire maggiore visibilità.

Numeri che però sono difficilmente stimabili e verificabili, in quanto le statistiche di accessi giornalieri ad un sito web sono private nella quasi totalità dei casi. Come stimare quindi il traffico di un sito web che parla di videogiochi per capire se valga la pena intraprendere una collaborazione? Difficile ma non impossibile come vedremo tra poco. Per lo meno fin quando le agenzie terranno conto di altri numeri, come il numero di like su Facebook e Instagram o le visual su Youtube e Twitch, che però non hanno una relazione diretta con il numero di visitatori del sito. O terranno conto di altri fattori o amicizie per favorire l’una o l’altra testata videoludica.

In nostro soccorso arriva uno strumento online che consente di stimare il traffico di un sito web e riesce a farlo con grande precisione: Similarweb. Conosciuto non quanto dovrebbe, ma efficientissimo per calcolare lo stato di salute di un sito e fare le opportune analisi leggendo i dati che restituisce. Ora, data la nostra passione sconfinata per i videogiochi, abbiamo deciso di prendere in esame tutti i siti web italiani che hanno come focus principale i videogames e si occupano di pubblicare notizie e approfondimenti a riguardo, calcolare quante visite hanno fatto nell’ultimo mese e stilare la classifica di quelli più letti ad Agosto 2019. Ne è venuta fuori una lista davvero interessante.

  1. Everyeye.it
  2. Multiplayer.it
  3. Spaziogames.it
  4. Eurogamer.it
  5. Gamesvillage.it
  6. it.ign.com
  7. Player.it
  8. Drcommodore.it
  9. Gamestorm.it
  10. Thegamesmachine.it
  11. Gamesource.it
  12. Playstationbit.com
  13. Gamesurf.tiscali.it
  14. Gamesoul.it
  15. Uagna.it
  16. Icrewplay.com
  17. Pdvg.it
  18. Gamerbrain.net
  19. games.hdblog.it
  20. Apocanow.it

Sul podio i tre colossi dell’editoria videoludica in cui spicca il grande slancio che ha preso ultimamente il primo classificato nei confronti del resto della concorrenza con la ragguardevole cifra di 10 milioni di utenti nel mese di Agosto. La classifica scorre via in maniera progressiva fino alla ventesima posizione di Apocanow che è stato visitato da circa 80 mila utenti nell’ultimo mese.

Prima di salutarvi vogliamo precisare un paio di cose. Come già detto, la classifica include soltanto quei siti che si occupano principalmente di videogiochi, quindi sono esclusi tutti quelli il cui cuore pulsante tratti una tematica differente nonostante abbia una sezione dedicata ai gamers, come ad esempio Tomshw.it che come suggerisce anche il nome si occupa principalmente di hardware. Un altro esempio è l’esclusione di Badtaste.it conosciuto dal pubblico per i temi cinema e tv, molto molto meno per i videogames. Purtroppo Similarweb non consente di stimare il traffico di una categoria di un sito. Un’altra tipologia di sito escluso dalla classifica è l’ecommerce quindi non ci saranno siti di vendita online come ad esempio GameStop.it (nonstante l’elevato traffico). Avrebbe poco senso includere siti come Steam, quindi no alle piattaforme di gioco online e tutti quei siti che offrono giochi in flash o simili. Team eSports o clan sono esclusi dalla classifica. Abbiamo deciso di escludere anche quei siti troppo di nicchia che si occupano di dare informazioni solo su un determinato gioco e non sul panorama videoludico. Infine diciamo no anche ai siti ufficiali di videogiochi o console come ad esempio Playstation, Xbox e Nintendo. Non ce ne vogliano questi ultimi, ma la classifica vuole dare spazio agli editori.